Scuola e apprendimento

L’invito è praticare una vera e propria ginnastica che stimola l’orecchio con l’aiuto di semplici esercizi il nostro piccolo ritroverà la voglia di studiare e la fiducia in se stesso!

È risaputo che la difficoltà di discriminazione acustica è alla base di numerosi problemi di lettura, di scrittura e di apprendimento in genere. L’orecchio destro tratta le informazioni uditive più rapidamente dell’orecchio sinistro: se si considerano i percorsi che portano il suono dall’orecchio al cervello e successivamente dal cervello alla laringe, per il suo controllo, ci si accorge che il percorso di destra è molto più corto; se si utilizza quello di sinistra, che è più lungo per una serie di motivi anatomici, il tempo richiesto a percorrerlo tutto è da 100 a 200 volte maggiore del tempo necessario a destra, quindi si allungando i tempi di ricezione e si ha un maggiore dispendio energetico.

Prima di scrivere una frase la ripetiamo con la fonazione, quindi a scuola un bambino con lateralità sonora sinistra mentre sta terminando di scrivere la prima frase, gli arriva già la seconda; dopo un impegno iniziale a velocizzarsi, arriva la terza e con questa lo scoraggiamento poi in rapida successione la distrazione e il disinteresse per l'attività scolastica a causa della mancanza di successo e della scarsa fiducia in se stesso.

Un orecchio che ha la capacità di inviare al cervello in maniera fedele i suoni captati permette alla persona di fare meno sforzo nella comprensione di una lingua, la propria o una straniera.

L'allievo riesce a memorizzare più facilmente e più spontaneamente parole e frasi, quando queste arrivano chiare al cervello.